Cerca
  • Nextarget

L’esame PMP® cambia pelle.

Time is Now!


Nonostante la legge 04/2013 non abbia considerato la certificazione PMP®, del Project Management Institute, come titolo di natura professionale, è indubbio come tale certificazione sulla disciplina del Project Management sia ancora molto richiesta dal mercato e considerata come requisito di valutazione in molti bandi di gara, soprattutto privatistici. E questo “valore” della certificazione PMP® è molto alto in quegli ambiti lavorativi che hanno contatti o rapporti commerciali con aziende estere o multinazionali occidentali.

Ogni anno quindi decine e decine di Project Manager italiani ambiscono ad ottenere tale … spilla, sostenendo un esame che da sempre è alquanto impegnativo, con le sue 200 domande a risposta multipla da sostenere in massimo 4 ore, dopo aver studiato a fondo una vera è propria bibbia del PM: il PMBok®

Ma il cambiamento é inevitabile, e anche l’esame valido per la PMP® cambierà dal 01 Gennaio 2021. Questo cambiamento rende l’esame per l’ottenimento della PMP® molto più complesso, causa l’introduzione di nuovi approcci e di nuovi domini. Inoltre, non vi è al momento alcuna informazione in merito alla possibilità di poter sostenere l’esame anche in lingua italiana, e non solo in inglese.

Ma non disperare!

Hai ancora tempo a sufficienza per prepararti ad acquisire la PMP® secondo lo schema attuale e prima che l’esame cambi pelle.

Ora entriamo nei dettagli dei cambiamenti previsti dal nuovo esame.

Iniziamo dicendo che ogni 3/5 anni il PMI conduce degli studi mirati ad assicurare che l’esame della PMP® sia in linea con il ruolo del Project Manager, tenendo in considerazione le nuove filosofie e i nuovi sviluppi della disciplina e del mercato. Ecco allora spiegato il perché di tale cambiamento.

Così come il Project Management si muove verso nuovi approcci e filosofie anche l’esame PMP®, dal 01 gennaio 2021, cambierà notevolmente e sarà necessario essere in possesso di conoscenze di Project Management Tradizionale, Agile e Ibrido.

Il PMI specifica (nel suo Project Management Professional PMP® Examination Content Outline) che solo il 50% delle domande riguarderà l’approccio tradizionale (chiamato “predictive” dal PMI), mentre il restante 50% riguarderà gli approcci Agili e Hybrid.

Verrà inoltre cambiato il focus delle domande, che saranno incentrate su 3 nuovi Domini (la conoscenza di alto livello: “domain”):

1. People: enfatizzando la leadership necessaria a ogni Project Manager;

2. Process: centrata sulle conoscenze tecniche (tradizionali, agili e ibride) del Project Manager;

3. Business Enviroment: il link con la strategia dell’organizzazione.

Ecco un paragone tra i domini domanda di esame attuale e i nuovi domini in arrivo da Gennaio:


Inoltre, il testo di riferimento non sarà più solo il famoso PMBOK (ultima versione pubblicata il 2016, sesta edizione) ma sarà necessario lo studio di diversi altri libri che trattano di approcci agili e ibridi (es. PMI Agile Practice Guide, articoli di Hybrid sul sito del PMI.

Un cambiamento che potrebbe essere per alcuni italiani problematico, rispetto alla situazione attuale, riguarda la possibilità di sostenere l’esame solo ed esclusivamente in lingua inglese, almeno per un primo lungo periodo, e davvero questa volta non si hanno notizie sulla intenzione o meno del PMI a permettere di sostenere in futuro l’esame rispetto alle lingue nazionali, compresa la nostra. Improbabile infatti che il PMI intraveda delle opportunità commerciali nel tradurre in italiano tutti i libri ora indicati come set minimo per lo studio.

Le domande riguardanti i 3 nuovi domini saranno divise nel seguente modo:

  1. People = 42% delle domande

  2. Process = 50% Process delle domande

  3. Business Enviroment = 8% delle domande

Da quanto sopra, è evidente il sostanziale cambio di rotta del PMI nel riguardo delle Soft Skills, rispetto alle quali, da Gennaio 2021, il nuovo esame sarà particolarmente focalizzato.

Per ogni Dominio (la conoscenza di alto livello) il PMI ha definito delle task associate (le responsabilità del Project Manager)

In Allegato A viene riportata un’analisi dettagliata dei nuovi domini di riferimento da gennaio 2021.

Riassumendo:

  • il nuovo esame sarà di certo più complesso;

  • i testi di studio e l’esame saranno in lingua inglese;

  • alcuni domini saranno del tutto nuovi;

  • nessuna simulazione d’esame (proposta da aziende private) potrà, almeno per diversi mesi, fornirti domande pertinenti;

  • la ampia conoscenza di tecniche e principi Agili e Ibridi sarà indispensabile.

Solo per tali considerazioni, se la PMP® è tra i tuoi obiettivi futuri, come Nextarget ti consigliamo vivamente di metterti in cammino al più presto, possibilmente già da ora, iscrivendoti al www.pmponline.it


PMPOnline é…

Studio autonomo

Segui il corso in completa autonomia, studia quando hai tempo e ovunque ti trovi.

Contenuti in italiano

Il materiale didattico presente sul sito è interamente in italiano.

Supporto dei tutor

I nostri tutor ti accompagneranno durante tutto il percorso formativo.

Con un piccolo impegno costante, e interamente autonomo, potrai ottenere la PMP® in 12 settimane di studio, considerando una media di 60 minuti giorno. Ma alcuni discenti di PMPOnline hanno completato tutto il percorso di preparazione in soli due mesi. Dipende ovviamente dal tempo e dall’impegno che ognuno può dedicare allo studio, e quindi non è facile dare dei riferimenti certi. Iniziando comunque quanto prima, l’obiettivo di certificarsi PMP® entro fine anno è assolutamente raggiungibile.

Inoltre, grazie alla garanzia offerta da PMPOnline “Certificati o rimborsati”, nel caso il candidato non superi per due volte consecutive l’esame di certificazione, egli otterrà il rimborso di quanto pagato per l’uso dei materiali didattici del sito. Ma, per fortuna, in tanti anni di presenza sul mercato di questa piattaforma e-learning, questa evenienza non è mai occorsa.

E questo anche perché l’uso della piattaforma costringe il discente a seguire un percorso ben preciso con decine di verifiche intermedie (test di fine modulo) che non permettono di proseguire se non si dimostra di aver acquisito le conoscenze necessarie ad affrontare l’esame con un adeguata preparazione.

Il nostro sito PMPOnline ti permetterà quindi di prepararti al meglio, esercitandoti con molte simulazioni d’esame, per ottenere la PMP®.

Ora, se la PMP® è nel tuo mirino, riteniamo che convenga davvero certificarsi entro il 31 Dicembre 2020. In tal caso. La “tabella di marcia” consigliata è la seguente:

1) Studio con PMPOnline di due o tre mesi, fra agosto e ottobre 2020

2) Primo esame entro metà novembre

3) Solo nel malaugurato caso di non superamento del primo esame, secondo tentativo d’esame entro metà dicembre.

SI PUO’ FARE! E noi siamo qui per esserti di supporto. Visita il sito www.pmponline.it



ALLEGATO A – Nuovi Domini e Task

People domain:

  1. Manage conflict

  2. Lead a team

  3. Support team performance

  4. Empower team members and stakeholders

  5. Ensure team members/stakeholders are adequately trained

  6. Build a team

  7. Address and remove impediments, obstacles, and blockers for the team

  8. Negotiate project agreements

  9. Collaborate with stakeholders

  10. Build shared understanding

  11. Engage and support virtual teams

  12. Define team ground rules

  13. Mentor relative stakeholders

  14. Promote team performance through the application of emotional intelligence

Process Domain 

  1. Execute project with the urgency required to deliver business value

  2. Manage communications

  3. Assess and manage risks

  4. Engage stakeholders

  5. Plan and manage budget and resources

  6. Plan and manage schedule

  7. Plan and manage quality of products/deliverables

  8. Plan and manage scope

  9. Integrate project planning activities

  10. Manage project changes

  11. Plan and manage procurement

  12. Manage project artifacts

  13. Determine appropriate project methodology/methods and practices

  14. Establish project governance structure

  15. Manage project issues

  16. Ensure knowledge transfer for project continuity

  17. Plan and manage project/phase closure or transitions

Business Environment Domani

  1. Plan and manage project compliance

  2. Evaluate and deliver project benefits and value

  3. Evaluate and address external business environment changes for impact on scope

  4. Support organizational change


Un articolo di Stefano Rambaldi

© 2020  Nextarget di Eugenio Rambaldi

redazione@nextarget.it

Project Management

 Consulenza e Formazione